Scopri chi sei con i test: Sei un buon genitore?

Printfriendly

domenica 14 settembre 2014

Sei un buon genitore?

Un buon genitore è colui che sa dare amore e attenzione ai figli quando lo meritano e sa punirli quando sbagliano. Naturalmente ogni genitore ha una propria opinione su ciò che è giusto e ciò che non lo è e persino il genitore più attento e amorevole può commettere degli errori. Errori che spesso possono riperquetersi negativamente sui figli. Tuttavia esistono delle linee-guida generali che aiutano a crescere un figlio emotivamente stabile e mentalmente equilibrato.

Sei o sarai un buon genitore? 

Questo test ti aiuta a capire se le tue convinzioni ti rendono tale e se ne hai di sbagliate riguardo all' arduo compito di crescere un figlio. Se hai già dei figli prova a rispecchiarti nelle seguenti affermazioni ed esprimi il tuo parere. Se non hai ancora figli puoi immaginare di averne e proiettarti nelle stesse situazioni.

1. Un figlio deve sapere qual' è la punizione che lo aspetta se si comporta male.
Vero
Falso
2. Mi sento più o meno legato a mio figlio a secondo di come si comporta in un dato momento.
Vero
Falso
3. Mi sento a disagio quando mio figlio mi fa delle domande su argomenti "delicati" come il sesso, il fumo e l' alcool.
Vero
Falso
4. Cerco sempre di trovare il tempo per discutere a tu per tu con ciascuno dei miei figli.
Vero
Falso
5. E' importante essere sinceri e ritengo sia giusto lodare o rimproverare mio figlio anche davanti ai fratelli o agli amici.
Vero
Falso
6. I figli devono diventare indipendenti il prima possibile, anche se questo dovesse comportare delle sconfitte dolorose.
Vero
Falso
7. Evito di parlare di argomenti controversi con mio figlio per non avere discussioni.
Vero
Falso
8. Voglio essere un amico per mio figlio.
Vero
Falso
9. I figli non dovrebbero discutere le opinioni dei genitori.
Vero
Falso
10. La maggior parte dei figli vorrebbe avere più libertà dai genitori.
Vero
Falso
11. Se pretendo dei risultati anzitempo mio figlio potrebbe divenire ansioso.
Vero
Falso
12. Con i figli difficili di solito ci vuole più disciplina.
Vero
Falso

Punteggio:

Per calcolare il punteggio ottenuto, assegna 1 punto a ogni risposta uguale alla tua.

1. Falso || 2. Falso || 3. Falso || 4. Vero ||  5. Falso || 6. Falso || 7. Falso || 8. Falso || 9. Falso || 10. Falso || 11. Falso || 12. Falso

Da 0 a 4 punti: sei un genitore amorevole, ma dovresti rivedere qualche tua convinzione,
Da 5 a 9 punti: rientri nella media, ma non fermarti qui, continua a cercare nuovi sistemi per crescere al meglio tuo figlio.
Da 10 punti in su: sei un genitore saggio e previdente e stai facendo un ottimo lavoro.


Lo sapevi?

  • E' inutile che un figlio conosca la punizione prima di commetter effettivamente uno sbaglio.
  • E' difficile mostrarsi amorevoli in un momento di frustrazione, ma un buon genitore deve saper esprimere la propria disapprovazione e al tempo stesso mostrare affetto per il figlio"disubbidiente".
  • I bambini sono curiosi per natura e dovrebbero essere lasciati liberi di fare domande di ogni genere ai propri genitori, più anziani e saggi. E' il genitore insicuro ad etichettare un dato argomento come "tabù" per evitarlo. In breve: al di là dell' argomento, bisogna sempre dare risposte costruttive alle domande dei figli.
  • Ogni figlio ha diritto di avere del tempo tutto per sé da trascorrere con i genitori. Il buon genitore deve saper rispettare l' individualità di ciascun figlio e capirne le rispettive necessità, interrogativi.
  • Essere franchi e diretti è importante, ma i figli non dovrebbero essere sgridati in presenza di altri.
  • L' indipendenza è un fattore molto importante, ma come ogni cosa va conquistata nei modi e nei tempi giusti e nel rispetto della soggettività individuale. Spesso la si concede troppo presto a causa dell' insicurezza. Prima di concedere alcune libertà, un buon genitore dovrebbe assicurarsi che non ne derivino danni per i figli.
  • Le discussioni franche con i figli possono essere costruttive e costituire un ottimo metodo di insegnamento.
  • Rinunciare al ruolo di genitore per convincere i figli che li si capisce è un errore. 
  • I genitori che permettono ai figli di di discutere le decisioni prese in famiglia li aiutano a crescere autonomi, responsabili e sicuri di sé.
  • Da una ricerca condotta dal National Institute of Student Opinion un campione di 27.000 ragazzi è emerso che il 66%  avrebbe voluto che i genitori fossero più severi.
  • Da alcune ricerche è emerso che se la richiesta di prestazioni da parte dei genitori è precoce, il bambino sarà più motivato  ad ottenere risultati positivi. A patto, però, che tra loro ci sia un buon rapporto.
  • La disciplina è necessaria, tuttavia i genitori di figli cosiddetti "difficili" potrebbero risolvere buona parte dei problemi mostrando maggiore comprensione verso le esigenze dei figli.

Qualunque sia stato il risultato del tuo test, penso che una cosa sia certa: essere genitori e tirare su figli a cui promettere un futuro e farne gli uomini e le donne che lo vivranno, non è una cosa semplice. Per questo oggi voglio chiudere con una dedica a tutti i genitori che ad assere "buoni" ci provano ogni giorno e con un saluto a mio padre che di insegnamenti non può più darmene, ma di cui non dimenticherò mai lo sguardo amorevole.

Buon ascolto

Enrico.

Ti piace? Dillo ai tuoi amici...

Nessun commento :

Posta un commento