Scopri chi sei con i test: 2014

Printfriendly

martedì 9 dicembre 2014

Sei un manipolatore?

img_seiunmanipolatore
Fonte immagine: misteryhunters.wordpress.com
Si tratti di un bambino che col pianto cerca di convincere i genitori a permettergli di mangiare un altro biscotto o di un truffatore che tenta di plagiare una vecchietta per poi derubarla dei suoi risparmi, sembra che per convincere chi ci ascolta a compiere una data azione, sia necessario un certo grado di spregiudicatezza.

sabato 15 novembre 2014

Ti senti in colpa perché sei una madre che lavora?


Fino a poche decine di anni fa per lo più le donne restavano in casa per accudire i figli, prendersi cura della casa e altre milioni di cose. Si dedicavano, insomma, al difficile mestiere della casalinga. Oggigiorno, invece, più della metà delle madri lavora e passa molto tempo fuori casa. Sembra anche che il numero sia destinato a crescere. A torto o a ragione, proprio alle madri lavoratrici sono state imputate tutte una serie di colpe: problemi famigliari e sociali, aumento della delinquenza giovanile, abuso di alcool e altro. Ma conta di più la qualità o la quantità di tempo che una madre passa insieme ai propri figli?

Ti senti in colpa perché sei una madre che lavora? Scoprilo con questo test.

giovedì 6 novembre 2014

Fiducioso o diffidente?


img_fiducioso-o-diffidente


“In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, 
non entrerete nel regno dei cieli”

Gesù

Sei fiducioso o diffidente?


La fiducia è un elemento importantissimo per la sopravvivenza della società umana. Ci aveva già ammonito in tal senso Gesù invitandoci a tornare come bambini. Naturalmente si riferiva alla fede in Dio e al completo affidarsi al Padre Eterno, Creatore di tutte le cose, ma anche senza trascendere fino a tanto, è ovvio che per poter godere fino in fondo dei benefici della vita sociale dobbiamo imparare ad avere fiducia negli altri.

domenica 26 ottobre 2014

Di che umore sei?

img_di che umore sei

Chi più, chi meno, siamo tutti soggetti a sbalzi di umore e spesso non ne conosciamo nemmeno la causa.  Capire se stessi non è sempre facile. Ad esempio se adesso ti chiedessi: di che umore sei? Sei proprio sicuro/a di saper rispondere? La tua risposta riflette esattamente il tuo stato d' animo? Prova ad individuare il tuo stato attuale tra le tre queste tre possibili opzioni:


 triste      indifferente      felice  


Fatto? Bene. Il test che segue ha lo scopo di aiutarti a capire esattamente qual' è in questo momento il tuo stato d' animo, il tuo umore attuale, potrai confrontarlo con la tua risposta al termine.

venerdì 17 ottobre 2014

Ti senti alienato?

Ti senti solo e fuori dal mondo? Sfiduciato, incompreso e pessimista? Succede a tutti prima o poi. Quello che conta è che si tratti di una sensazione passeggera e non di una condizione cronica.

domenica 12 ottobre 2014

Sei creativo?

creatività_img

Sei creativo? Riesci a lasciarti andare, smettere di pensare in modo razionale e farlo invece per libere associazioni? Far venire fuori la creatività è una cosa molto semplice, lo può fare chiunque. Basta rilassarsi e dare sfogo alla fantasia. Lo sanno bene gli artisti e , in generale, le persone che svolgono un lavoro creativo: conoscono il segreto per abbandonare temporaneamente le regole della logica e fare spazio all' ispirazione. Un esempio possono essere le tecniche di meditazione o quelle di brainstorming utilizzate dalle agenzie di pubblicità. Tuttavia, nonostante i tanti mezzi e le tecniche più o meno evolute, per imparare a rilassarsi quanto basta, alcune persone proprio non riescono a lasciarsi andare, non riescono a pensare in modo non strutturato.

sabato 4 ottobre 2014

Ti senti Realizzato?

Sei soddisfatto di te stesso? Ti senti realizzato? Di successo? Gli psicologi usano termini come autorealizzazione, successo o soddisfazione personale per definire il processo di crescita umana a livello fisico, psicologico e spirituale. Al di là del carattere tutti tendiamo alla
realizzazione del nostro potenziale attraverso uno sforzo continuo per esprimere al meglio le nostre potenzialità.
Dopo una serie di studi gli studiosi del comportamento hanno identificato alcuni indicatori che ci aiutano a capire se stiamo sfruttando fino in fondo il nostro potenziale.

mercoledì 1 ottobre 2014

Sei ambizioso?

È quel desidero di migliorare la propria condizione psico-sociale, economica e culturale, attraverso dedizione e sacrifici, allo scopo di ottenerne dei meriti e di realizzarsi a livello personale che accomuna attori, cantanti, manager e altri personaggi e uomini di successo? È la forte pulsione, la volontà di avere successo personale e potere, di sopravanzare gli altri negli affari, nella carriera e in ricchezza che permette ad alcuni di raggiungere mete apparentemente irraggiungibili per altri?

lunedì 22 settembre 2014

Che immagine sociale hai?

La personalità che mostriamo è un' immagine riflessa di noi stessi, una sorta di "riassunto visivo" creato a beneficio degli altri affinché la possano osservare e valutare. Siamo alla costante ricerca di quel particolare, quel piccolo accorgimento che ci renderà più gradevoli agli occhi di chi ci guarda. Un' abitudine innata per alcuni, quasi un' attitudine. Per altri una sorta di adeguamento sociale dettato dalle convenzioni. Viviamo nell' era dei Social Network e persino davanti al pc proiettati in un mondo virtuale siamo alle prese con la costruzione della nostra "immagine perfetta". Sembra quasi che il mondo stia lì a chiederci continuamente: che immagine sociale hai? Purtroppo pur facendo del nostro meglio per raggiungere lo scopo, spesso avvertiamo un senso di insicurezza di fronte a chi vediamo come un giudice inclemente e i nostri passi possono divenire incerti: non sappiamo mai, nonostante i nostri sforzi, veramente gli altri come ci vedono. Qualche amico o un conoscente di rado ci informa sulla riuscita o meno del nostro intento, ma sono realmente sinceri o per non offendere i nostri sentimenti ci raccontano mezze verità?

domenica 14 settembre 2014

Sei un buon genitore?

Un buon genitore è colui che sa dare amore e attenzione ai figli quando lo meritano e sa punirli quando sbagliano. Naturalmente ogni genitore ha una propria opinione su ciò che è giusto e ciò che non lo è e persino il genitore più attento e amorevole può commettere degli errori. Errori che spesso possono riperquetersi negativamente sui figli. Tuttavia esistono delle linee-guida generali che aiutano a crescere un figlio emotivamente stabile e mentalmente equilibrato.

Sei o sarai un buon genitore? 

Questo test ti aiuta a capire se le tue convinzioni ti rendono tale e se ne hai di sbagliate riguardo all' arduo compito di crescere un figlio. Se hai già dei figli prova a rispecchiarti nelle seguenti affermazioni ed esprimi il tuo parere. Se non hai ancora figli puoi immaginare di averne e proiettarti nelle stesse situazioni.

venerdì 5 settembre 2014

Sei Geloso?

L' amore ha tante facce e le frecce di Cupido spesso portano con sé un' emozione potenzialmente distruttiva: la gelosia. Uno sentimento difficile che si manifesta fin dalla tenera età, più o meno intorno al secondo anno di vita, e ricompare più volte nel corso della nostra esistenza. E' così che reagiamo quando, nella realtà o solo nella nostra fantasia, perdiamo l' affetto di una persona a noi cara o quando non siamo certi della stima e dell' amore che qualcuno nutre nei nostri confronti. Ecco alcune caratteristiche della gelosia:
  • E' più comune tra i primogeniti, che la manifestano con maggiore evidenza rispetto ai fratelli.
  • E' più frequente nelle famiglie ristrette (con due o tre figli) che in quelle numerose.
  • Si riscontra più spesso tra le femmine che tra i maschi, è più forte tra sorelle ed è ugualmente distribuita tra uomini e donne adulti.
  • E' più presente in alcune culture rispetto ad altre.

lunedì 25 agosto 2014

Sei spericolato?

Pur nn essendo degli sconsiderati nel senso stretto del termine, molti amano il rischio. Secondo alcuni studi gli "spericolati" sono spesso più sicuri di sé e hanno un quoziente intellettivo più alto rispetto alle persone meno temerarie. Alcuni ricercatori dell' Istituto di Psichiatria dell' Università di Londra, analizzando un campione di 1200 soggetti hanno scoperto che i più temerari sono mediamente anche molti estroversi e impulsivi, ma, contrariamente a quanto si pensa, non necessariamente nevrotici. Gli psicologi hanno concluso che, molto probabilmente, buona parte del nostro potenziale avventuroso è ereditario.